Rotolo di tacchino arrosto

Vi va qualche idea per i rotoli con fesa di tacchino che risulta sempre un po’ stopposa?

Fatela tagliare ed appiattire (ora lo fanno pure al supermercato), cospargetela con aromi e preparate una farcia che la renda morbida: salsicce e sott’olio oppure mortadella con ricotta, o taleggio con noci e spinaci; un ripieno abbondante da porre al centro per il verso più lungo della carne. Aiutandovi con la carta forno che sicuramente avrete posto sotto, fate il rotolo.

Ma non finisce qui…

L’altro segreto consiste in una bella pancetta grassa a fette sottili  con cui avvolgere il rotolo per poi legarlo. Preparare una pirofila con olio e versare sull’arrosto pronto un bicchiere scarso di salsa di pomodoro, uno di acqua, uno di vino rosso mescolati, un dado sbriciolato e ciuffi di rosmarino qua e là.

La cottura sarà di circa un’ora e mezzo a 175 gradi, bagnare ogni tanto con il sugo e coprire se necessario verso fine cottura. Servire con verdura bollita o insalata.

Buonissimo caldo ma altrettanto freddo tagliato a fette sottili nei panini per i vostri prossimi picnic estivi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.